Come prepararsi per un colloquio di lavoro

Se vi state preparando per un colloquio di lavoro, la prima cosa da tenere a mente è che non potete lasciare questioni in sospeso, perché potrebbero ritorcersi contro di voi durante l’interazione.

Stai giocando per un lavoro, e ogni piccolo dettaglio può fare la differenza tra l’essere il prescelto e l’essere scartato dall’intervistatore.

In questa guida vi spiegheremo passo dopo passo come prepararvi per quel giorno, come comportarvi durante il colloquio e cosa fare dopo.

Potremmo dire che siete davvero preparati per il colloquio quando vedrete che siete in grado di rispondere chiaramente a domande come

  • Cosa fa l’azienda?
  • Che prodotto o servizio offre?
  • Che lavoro hai intenzione di fare?
  • Avete le conoscenze necessarie?
  • Quali competenze supplementari apportereste alla posizione in questione?

Queste sembrano domande molto semplici, ma per potervi rispondere dovrete ricercare l’azienda, il lavoro, memorizzare il vostro curriculum e la formazione precedente, gli studi e i punti di forza, è un ottimo esercizio.

Giorni prima del colloquio di lavoro

Questi sono giorni che dovreste dedicare a informarvi sulla società o sulle società in cui avete lasciato il vostro CV, la posizione, l’intervistatore nel caso in cui conosciate il suo nome e preparare una buona base di informazioni che potrete utilizzare per le risposte future.

Suggerimenti da tenere a mente:

Prendete nota di tutti i posti in cui lasciate il vostro CV, è davvero brutto ricevere una telefonata in cui siete chiamati per un colloquio di lavoro ma non avete idea o dubbi su chi vi sta chiamando.
Stai vicino al telefono se sei alla ricerca attiva di un lavoro e hai lasciato diversi curriculum vitae, rispondere alla chiamata in tempo può essere decisivo.
Se siete chiamati per un colloquio di lavoro, accettate la data e l’ora indicate, non cercate di modificarle a vostro piacimento.
Se vi viene offerto un giorno e un orario, scegliete un giorno vicino a casa e un orario in cui l’intervistatore è riposato, ad esempio evitate le ore prima delle 10:00 o dopo le 19:00.
Se l’appuntamento viene preso via e-mail o lettera, ricordatevi sempre di rispondere per confermare la vostra presenza e per ringraziarvi dell’interesse per il vostro profilo.
Preparate quante più informazioni possibili per quel giorno, pensate anche agli abiti che dovreste indossare in base alla posizione e al livello dell’azienda a cui vi state candidando, non lasciateli fino all’ultimo minuto o sarà un altro fattore di nervosismo.

 

L’importanza di prepararsi al colloquio

Molte persone non si preparano ai colloqui faccia a faccia e quando arriva il momento di presentarsi davanti all’intervistatore, iniziano i nervi, i dubbi, le risposte incoerenti e quindi l’esito fatale dell’essere scartati.

Se volete fare la differenza in un colloquio di lavoro, dovete essere molto chiari sul fatto che dovete prepararvi e che semplici domande come, Cosa sapete della nostra azienda? o Perché dovremmo assumervi, non possono per nulla sorprendervi.

 

Come prepararsi al colloquio di lavoro perfetto

Uno dei modi migliori per prepararsi al colloquio è esercitarsi, sia di fronte allo specchio, sia idealmente con un partner che assume il ruolo di intervistatore.

Se non avete le idee chiare su come controllare i vostri nervi in un colloquio, vi consigliamo di cercare di entrare il più possibile nel ruolo, sedervi a un tavolo, fingere di essere in un ufficio, chiedere a un amico o a un familiare di svolgere il ruolo di intervistatore e mettervi in tutte le situazioni possibili per evitare sorprese il giorno dell’appuntamento.

Una volta terminata la simulazione, chiedete al vostro “intervistatore” di dirvi tutto ciò che pensa che possiate migliorare, le volte che vi ha visto esitare, le risposte che potete migliorare, ecc.

Questo vi aiuterà a creare un piccolo script di domande e risposte e a individuare i punti deboli su cui dovreste lavorare.

Non dimenticate la sezione sulla prima interazione, esercitatevi nel saluto e nell’addio, l’idea è che si riesca a normalizzare il più possibile la situazione in modo che nulla vi renda nervosi.

I punti da praticare per il colloquio:

Informatevi sull’azienda, ponendo sempre domande sull’attività, la storia, il servizio fornito, il settore, le pietre miliari o i riconoscimenti ottenuti.
Essere chiari sulla posizione che offrono, essere preparati ad essa ed essere chiari su tutte le conoscenze che si hanno necessarie o che possono essere un extra per il loro sviluppo, questo è molto importante.

Adattare il proprio CV all’azienda e alla posizione, evidenziando qualsiasi formazione o esperienza strettamente legata alla posizione offerta.
Memorizzate il vostro curriculum, le date, ricordate come erano le fasi di lavoro in altre aziende, in qualsiasi momento l’intervistatore può interessarvi al vostro soggiorno in un’altra azienda, una posizione che vede che avete sviluppato in passato o un periodo specifico del vostro stage come studente.
Fate una lista dei vostri punti di forza e di debolezza, una volta scritta, preparate una difesa che giustifichi o metta in evidenza i vostri punti di forza e minimizzi le vostre mancanze.
Preparate le tipiche domande su di voi e sulla vostra formazione, e avrete anche diverse risposte a ciascuna di esse, questo vi eviterà di andare in bianco o di avere dei silenzi scomodi.

Consigliato: domande frequenti durante un colloquio di lavoro.

 

Cosa fare il giorno dell’intervista (Chiave)

Prima di tutto, durante l’attesa, mantenete la calma, evitate tutti quei pensieri negativi che possono demotivarvi o creare stress.

Esaminate mentalmente le risposte che avete preparato, la vostra formazione e il vostro curriculum, continuate a pensare positivo, se avete lavorato bene nei giorni precedenti questa sarà solo una formalità.

Quando entrerete dalla porta, l’importante sarà salutare il responsabile delle risorse umane o l’intervistatore. A seconda dell’azienda, potrebbe essere un responsabile delle risorse umane, un dirigente o il capo stesso, ricordatevi di trasmettere sicurezza e la fiducia in voi stessi è qualcosa che fa la differenza, è una persona come voi e se tutto va bene sarete anche colleghi di lavoro o farete una futura amicizia, non abbiate paura.

Prima di recarvi sul posto, ricordatevi di aver preparato bene il colloquio nei giorni precedenti e di tenere conto dei seguenti punti:

Ricordati di portare con te tutta la documentazione necessaria per la posizione per la quale ti stai candidando, questo include i relativi titoli accademici, una sintesi dei progetti su cui hai lavorato, referenze su di te, esperienze…
Evitate di indossare un look molto appariscente, sempre formale e appropriato in base al livello dell’azienda a cui andrete ad assistere, evitate abiti o accessori molto colorati che possano generare opinioni diverse.

In nessun caso si deve entrare con un cappello, un cappello, occhiali da sole o collane e bracciali accattivanti.
Mantenere un alto livello di igiene, capelli e acconciatura puliti, vestiti puliti e stirati.
Non fate tardi, anzi, presentatevi sempre almeno 10 minuti prima, la puntualità è importante, meglio aspettare che farvi aspettare.
Se il giorno del colloquio si presenta un problema che le impedisce di arrivare all’orario previsto, dia un preavviso, spieghi la situazione e si scusi.
Portate con voi un quaderno o un tablet dove potete prendere appunti, non scrivete tutto quello che vi dice l’intervistatore, ma solo informazioni specifiche sull’azienda che non conoscete o sul vostro lavoro, ricordate che dovete essere molto chiari su quello che è il vostro lavoro e su quello che offrite.
Salutate l’intervistatore in modo amichevole e rispettoso, anche se l’intervista ha avuto un tono rilassato.

 

Consigli per il colloquio di lavoro

Una delle cose che dovreste praticare quando vi preparate per il colloquio di lavoro sono le domande e le risposte, comprese quelle che riceverete e le domande che farete all’intervistatore.
È molto importante che l’intervistatore si renda conto che non siete intimiditi, che siete interessati non solo a comunicargli che siete la persona giusta per il lavoro, ma che volete anche informazioni su quale sarà la vostra futura posizione.
Fate domande sul vostro stipendio, sugli orari di lavoro, sui viaggi, sugli obiettivi che ci si aspetta da voi, sul fatto che avrete del personale sotto la vostra responsabilità o da cui dipendete… siate interessati alla vostra posizione e all’azienda, create una conversazione in cui entrambi riceviate informazioni preziose.
Evitare a tutti i costi di parlare male delle aziende del passato e soprattutto dei capi.
Non guardare l’ora, non trasmettere la sensazione che ti annoiano con le loro domande, tutto il tuo tempo quel giorno è per loro.
Se volete avere successo in un processo di selezione, ricordate, la naturalezza, la sicurezza, la presenza e l’educazione sono fondamentali.

 

Ecco alcuni interessanti articoli che potete consultare per maggiori informazioni su come preparare il colloquio:

Intervista di lavoro
Domande e risposte da un colloquio di lavoro
Consigli per superare un colloquio
Tipi di colloqui di lavoro
Come vestirsi per un colloquio
Colloquio di lavoro in inglese