Intervista mista o semi-diretta

Quando parliamo di un’intervista mista, ci riferiamo a un formato che combina domande che si possono trovare sia nelle interviste dirette che in quelle indirette, che potete consultare qui di seguito se non le conoscete:

Intervista diretta.

Intervista indiretta.

Per tutta la durata del colloquio, il candidato che si è candidato riceverà una serie di domande a risposta aperta e dovrà anche rispondere a domande strutturali.

Grazie a ciò, l’azienda potrà conoscere perfettamente il profilo dell’intervistato, potendo valutare se è vicino o meno ai requisiti che considera per la posizione offerta.

In generale, questo è il formato di intervista più utilizzato, in quanto l’intervistatore farà domande specifiche, sia a livello personale, lavorativo o formativo, alle quali dovrete dare una risposta chiara e concisa.

Questo aiuterà a filtrare i candidati, senza dover approfondire la conoscenza della persona.

Avrete anche qualche minuto dedicato a domande generiche, magari più personali, in cui l’intervistatore si preoccuperà di conoscere le vostre preoccupazioni, le vostre aspirazioni e la vostra personalità.

È un colloquio che piace molto ai selezionatori, perché in breve tempo possono filtrare perfettamente un candidato, prima con il giro di domande dirette e poi con le domande aperte, in cui possono anche vedere come ti difendi parlando di te stesso, del tuo modo di esprimerti e della fiducia che hai in te stesso.

 

Consigli per affrontare un’intervista mista

Normalmente, vi verranno chieste cose tecniche riguardanti il lavoro o l’attività che ci si aspetta che svolgiate in azienda. Rispondete sempre in modo chiaro e naturale, non cercate di usare un linguaggio molto tecnico e non cercate di impressionare l’intervistatore, ma siate chiari e rispondete in modo conciso alle informazioni richieste.

Preparate bene il vostro giro di domande aperte, come “parlami di te”, preparate una buona risposta in cui potete menzionare alcuni dei vostri hobby, obiettivi, preoccupazioni, affinità con la posizione o il desiderio di lavorare in azienda, mostrate sempre fiducia quando parlate e rimanete molto calmi.

Non cercare di parlare troppo, ricordati che l’intervistatore sta facendo il suo lavoro e che purtroppo non sei l’unico candidato, rendigli le cose facili, sii chiaro, sincero e diretto e fai la migliore impressione possibile.

Prima di dare una risposta sbagliata o dubbia, pensate a quello che state per dire. Idealmente, dovreste preparare quante più domande possibili giorni prima del colloquio, evitando pause scomode o risposte che potrebbero compromettervi.

 

Domande frequenti in un’intervista mista

È normale ricevere una combinazione di domande, dirette e indirette (o generiche), ed è normale trovarsi di fronte a domande di questo tipo:

Come ti vedi tra cinque anni?
Quali sono i vostri principali obiettivi di lavoro?
Ha esperienza in posizioni simili?
Cosa pensa dell’attività della nostra azienda?
Come ha svolto il suo precedente lavoro?
Perché pensa di essere il candidato ideale?
Quali compiti ha svolto nella sua precedente posizione?

Altri articoli interessanti per preparare la vostra intervista mista:

Tipi di colloqui di lavoro.
Preparazione per un colloquio di lavoro.
Domande da porre durante un colloquio di lavoro.
Come fare un colloquio di lavoro.